Annunci
ultima ora

Domenica a pranzo

Primo Piatto: Orecchiette al cavolfiore e acciughe Per 4 persone: 300 g di orecchiette fresche 450 g di cimette di cavolfiore 5 acciughe 3 spicchi d’aglio 2 cucchiai di grana 3 cucchiai di pangrattato qb olio extravergine qb sale e pepe Schiacciare l’aglio poi rosolarlo in padella assieme alle acciughe. Inclinare la padella in modo […]

Questa domenica, ho particolarmente posto la mia attenzione su un altro tipo di cucina. Spesso poco capita dai nostri palati comunemente abituati a sapori ben diversi. Mi riferisco alla cucina cinese, che negli ultimi anni ha spopolato nelle piccole e grandi città, tra le preferenze, di chi è disposto, giustamente, ad approcciarsi anche a nuovi sapori ed odori.

Primo Piatto: Spaghetti di soia con verdure

Per 4 persone:

  • 2 matasse di spaghetti di spaghetti-soia-con-verdure_bigsoia
  • Una manciata di funghi porcini secchi
  • 200 g di punte di asparagi
  •  carote
  • 1 peperone
  • qb di Olio di oliva
  • qb di salsa di soia
  • qb di peperoncino
  • qb di sale

Nonostante la nostra familiarità per cultura con gli spaghetti, non sappiamo proprio tutto riguardo i diversi tipi di pasta. Gli spaghetti di soia per esempio non vanno messi in acqua mentre bolle, ma al contrario vanno messi a bagno nell’acqua fredda e poi salarli con il condimento per pochi secondi.

Far ammorbidire i funghi secchi in acqua tiepida e mettere in acqua fredda gli spaghetti di soia. Finita questa prima fase tagliare a strisce le verdure, (anche gli asparagi devono essere tagliati a crudo per lungo. Scolare i funghi, tagliarli a pezzetti  e metterli insieme alle verdure in padella con poco olio a fuoco vivace con sale e peperoncino. Le verdure però vanno cucinate solo per qualche minuto e non di più. Quando saranno pronte togliere gli spaghetti dall’acqua e buttarli in padella con il resto. Condire il tutto con un po’ di salsa di soia e un po’ d’acqua , farli cucinare per meno di un minuto e saranno pronti da servire a tavola.

Secondo Piatto: Pollo alle cinque spezie

Per 4 persone:

  • 1,2 kg di Pollo
  • qb di salsa di soia
  • 1l d’acqua
  • qb d’olio extravergine di oliva
  • qb di sale
  • qb d’anice stellato
  • qb di semi di finocchio
  • qb di chiodi di garofano
  • qb di cannella
  • qb di pepe di Sichuan.

fusi-di-pollo-arrosto-con-le-spezie-ricetta-725x545

preparare la marinata per il pollo: mettere in una ciotola la salsa di soia e l’acqua, mescolare bene. Dividere il pollo in diversi pezzi, trasferirli in diversi sacchetti, due o al massimo tre per sacchetto. In ciascuno di essi versare il liquido della ciotola e dopo aver chiuso lasciare a riposare i tutto in frigo per 24 ore. Trascorso il tempo mettere il pollo nella carta da cucina e asciugarlo per bene. Rimuovere la parte finale delle ali, per evitare che brucino in cottura, massaggiare i pezzi di pollo con le 5 spezie e trasferirlo in una teglia da forno, dove è stata precedentemente messa la carta da forno. Lasciare asciugare il pollo in frigo per almeno 6 ore. In fine infornare il pollo a 180 ° e lasciare cuocere per almeno 60 minuti. Sfornare e servire.

Dolce: Gelato fritto

il gelato fritto è un modo originale per stupire le persone a tavola. La sua forma curiosa e la sua croccantezza esterna non lasciano spazio ai sospetti riguardo quello che potrebbe racchiudere al suo interno. Invece al suo interno racchiude un cuore freddo ma morbido.

Ingredienti per 4 gelati:13214394_1578447885818994_1510525223_o

  • 280 g di gelato
  • 120 di farina 00
  • 50 g di fecola di patate
  • 130 g di acqua ghiacciata
  • 1 uovo
  • Lievito per dolci
  • Olio per friggere

Da iniziare preferibilmente la sera prima. Creare 4 palline di gelato e lasciarle a riposare tutta la notte nel congelatore.

Pastella: versare in una ciotola grande la farina e la fecola di patate e aggiungete l’acqua ghiacciata a poco a poco, fare molta attenzione a non formare grumi e man mano aggiungere l’uovo e il lievito. Lavorare per bene il composto fino ad ottenere una pastella bella densa. In fine coprire la ciotola con la pellicola trasparente e lasciare riposare il composto tutta la notte. Il giorno dopo prendete le palline di gelato immergetele velocemente nella pastella, riporle subito dopo nel congelatore e lasciarle stare per un paio d’ore prima di friggerle. Il gelato fritto va cotto e subito mangiato, per evitare che possa perdere la sua consistenza interna.

► Giusi D’orio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...