Annunci
ultima ora

Servizi energetici integrati garantiti dal “Conto Termico 2.0”

L’acronimo ESCo, Energy Service Company, è sempre più associato al concetto di efficientamento energetico.  Diventato molto popolare negli ultimi anni, individua i soggetti che secondo le direttive della Commissione Europea offrono servizi integrati che, a partire dalla diagnosi energetica, individuano i migliori interventi realizzabili nel campo, non limitandosi alla semplice sostituzione di singoli dispositivi. Una ESCo è dunque un’impresa in grado di fornire tutti i servizi tecnici, commerciali e finanziari necessari per realizzare un intervento di efficienza energetica, assumendosi l’onere dell’investimento e il rischio di un mancato risparmio, a fronte della stipula di un contratto in cui siano stabiliti i propri utili. La realizzazione di azioni per il miglioramento dell’efficienza energetica richiede competenze ed esperienza, partendo da una diagnosi che individui le richieste energetiche dell’azienda o della pubblica amministrazione, le opportunità di intervento offerte dalla recente tecnologia adattabili alla situazione in esame ed un’analisi di fattibilità tecnico-economico-finanziaria dei possibili progetti individuati. In sostanza, il valore aggiunto che una ESCo offre al cliente è rappresentato contotermicodall’offerta di servizi energetici integrati garantiti a livello contrattuale e il finanziamento tramite terzi. Grazie al “Conto Termico 2.0” del Ministero dello Sviluppo Economico, oggi numerosi sono i progetti di efficienza energetica avviati dalle ESCo, soprattutto per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria con sistemi come Solare Termico sia a circolazione naturale che a circolazione forzata. La produzione di energia termica da fonte rinnovabile, in sostituzione di un generatore tradizionale alimentato da fonti non rinnovabili, può beneficiare, rilevata la minor quantità di consumo energetico, di un incentivo statale che viene definito come Titoli di Efficienza Energetica (TEE) o Certificati Bianchi (CB), istituiti dai Decreti del Ministro delle Attività Produttive in accordo con il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio sin dal 2004. Questa operazione può permettere, a chi ha effettuato interventi, siano essi privati o aziende, di ricevere annualmente e per quattro anni un ulteriore finanziamento, da aggiungere ai bonus fiscali fino al 65%, tale da abbattere il costo dell’investimento. ► di Eliseo Perrone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...